• Vogliovenderecasa.it

Hai valutato tutti gli aspetti fiscali nella compravendita della tua casa?

Dal momento che la tassazione dell’atto di compravendita è un costo necessario ed obbli-gatorio da sostenere che si somma al costo reale del bene che si va ad acquistare è necessario avere un quadro, quanto più realistico delle imposte e tasse sull’abitazione, nonché delle eventuali detrazioni e possibili contributi al fine di evitare brutte sorprese.


Dal momento che la tassazione dell’atto di compravendita è un costo necessario ed obbli-gatorio da sostenere che si somma al costo reale del bene che si va ad acquistare è necessarioavere un quadro, quanto più realistico delle imposte e tasse sull’abitazione, nonché delle eventuali detrazioni e possibili contributi al fine di evitare brutte sorprese.

Va inoltre tenuto conto che il nostro sistema fiscale è soggetto a subitanei e continui cam-biamenti (il che si verifica spesso con la legge finanziaria) per cui aliquote, parametri e le stesse imposte possono cambiare dall’oggi al domani ed incidere (spesso negativamente perchi acquista) sugli affari la cui conclusione con l’atto notarile sia dilazionata nel tempo.

La fonte più qualificata per conoscere il costo complessivo dell’acquisto è indubbiamente il notaio incaricato dell’atto, a cui è consigliabile chiedere il preventivo sia per le tasse, sia per le sue spettanze professionali.Ad ogni modo la compravendita di immobili è soggetta dalla legislazione tributaria italiana ad una serie di imposte, ormai quasi esclusivamente a carico dell’acquirente:

1) l’imposta di registro o in alternativa l’IVA a seconda della qualificazione soggettivadella parte venditrice ( privato o soggetto che opera nel campo dell’edilizia);

2) l’imposta catastale;

3) l’imposta ipotecaria.Le principali (e più gravose) sono l’IVA e/o l’imposta di registro.


Fonte: https://www.pg.camcom.gov.it

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti